Outsiders

 

Trentaquattro storie di uomini e donne che meritano un posto nell’arte del Novecento. Storie da un’altra storia dell’arte, parallela e invisibile, raccontate in Outsiders, di Alfredo Accatino (Giunti editore, 208 pagine).


Scrive Alfredo Accatino : «Questa è una storia di gente poco importante. 34 storie straordinarie nella loro straordinaria umanità. E’ la storia della creatività dispersa. E in parte ritrovata.

Copertina del libro OutsidersScoprirete così le vicende della Baronessa Elsa Von Freutag-Lorighoven, la vera autrice del celebre “orinatoio” di Duchamp, l’opera cardine del ‘900, donna dalle mille vite e dalla fine tragica. Oppure, potrete seguire come in un giallo, le tracce di Nicholas Kalmakoff, un maestro russo riaffiorato al Mercato delle Pulci di Parigi grazie all’impegno di due collezionisti inventatisi detective. O ripercorrere la vita avventurosa di Amrita Sher - Gil la prima donna-artista indiana, la cui storia fa impallidire Frida Khalo, morta a 27 anni per un aborto clandestino. Potrete commuovervi con il toccante profilo di Dick, il “pittore con le dita a bacchetta”, il cui autoritratto compare nella cover del libro, così chiamato per la sua grave disfunzione cardiaca che lo costrinse a vivere chiuso in casa.

Potrete tifare per Arthur Cravan. Il poeta DA che sfidò Jack Johnson, il Campione dei Massimi, o seguire la toccante parabola di Felix Nussbaum, rimasto quattro anni nascosto con la moglie in un sottotetto di Bruxelles per sfuggire alle persecuzioni naziste, prima di essere scoperto e partire verso la morte, con l’ultimo convoglio.

C’è spazio veramente per tutto e tutti. Dalle vicissitudini del primo transessuale della storia, raccontate nel film “The danish girl”, a quelle del miliardario americano Gerald Murhpy, un tipo che ispirò i romanzi di Scott Fitzgerald, che lanciò la moda dei bagni di mare e della tintarella, inventandosi di fatto la Costa Azzurra e, incidentalmente, anche la Pop Art.
Tra gli italiani Gino Rossi, un poeta della follia, i cui quadri furono utilizzati per tamponare i pollai delle campagne vicino alla sua casa, o Mario Chiattone, l’architetto che con Sant’Elia disegnò in pochi mesi la città del futuro, prima di annullarsi in una quiete esistenza borghese.

Pochi i nomi noti: Vivian Meier, la bambinaia che faceva la fotografa nel tempo libero, scoperta svuotando una cantina di Chicago dove aveva ammassato migliaia di negativi. Adolf Wolfli, un pedofilo ossessivo divenuto in seguito artista enciclopedico a cui è stata dedicata una grande fondazione. E Pavel Filonov, morto letteralmente di fame durante l’assedio di Leningrado anche perché si ostinato a non voler vendere le proprie opere.

Ultimo ritratto quello di Enrico Accatino, mio padre con il quale avviene un doloroso confronto. Perché se sulla tua strada incontri il Buddha lo devi uccidere.

Tutto qua. Sì, tutto qua. Perché è proprio dalla vita, dalla pietas e dall’attenzione alle piccole cose che il libro offre il meglio di sé, con una veste grafica sontuosa, ricca di foto a colori, e con uno stile disincantato, colloquiale, a volte trasgressivo, che rende facile e immediatamente comprensibile anche il riferimento più colto.

L’arte, per fortuna. ha ancora un mondo di storie da raccontare e di sorprese da offrirci. Basta guardare lì, dove nessuno prima aveva ancora fatto, cercando pagliuzze d’oro nel torrente di un fiume».

 

Titolo: Outsiders
Autore: Alfredo Accatino
Editore: Giunti
Collana: Varia Arte
Dimensione: 17x24cm
Lingua: Italiano
ISBN - EAN: 9788809857575
Data di pubblicazione: 2017
Prima edizione: 2017

 

Per pubblicare il vostro comunicato stampa su WWW.INCIRCOLARTE.INFO >>>> comunicati-stampa@incircolarte.info

 

HOME MOSTRE ARTISTI RECENSIONI LIBRI TESTI

 

 

Utenti online